Pages Menu
TwitterRssFacebook
Categories Menu

Posted by on nov 26, 2012 in Grafica | 0 comments

Infografica sulle macchine digitali Sony intervista ad Alessandro Ribaldo

Infografica sulle macchine digitali Sony intervista ad Alessandro Ribaldo

In questo post leggerete un’intervista ad Alessandro Ribaldo, creatore di una splendida infografica sulle macchine digitali Sony.

Quali sono le attivitá che precedono la realizzazione di un’infografica? Quali strumenti utilizzi e come organizzi il tuo lavoro?

Come nell’advertising, il primo step imprescindibile è la lettura del briefing, che in seguito viene destrutturato al fine di tracciare i punti essenziali per il raggiungimento dell’obiettivo primo. È importante capire: cosa sto per raccontare e in che modo voglio farlo.

Per trovare le risposte c’è bisogno di un’Idea con la I maiuscola, talmente semplice e robusta da potersela trascinare in tutte le declinazioni visive possibili; un’Idea che abbia la forza di enfatizzare la semplice informazione, andando oltre il semplice concetto di comunicare una statistica piuttosto che una percentuale.

idea infografica

Un’infografica fatta per bene ha persino il potere di farti interessare ad alcuni temi che non ti saresti mai sognato di considerare. Se ad esempio alle scuole superiori, la mia professoressa mi avesse insegnato la matematica tramite delle infografiche ben fatte probabilmente adesso sarei un fisico o un’ingegnere informatico.

L’organizzazione del lavoro è essenziale, se non hai una buona organizzazione sei spacciato e finisce che ti ritrovi a sbattere e a girare in tondo come una mosca contro una lampadina, che in questo caso è l’idea.

Quindi innanzitutto stilo una scaletta con diversi checkpoint dell’idea di base su cui potermi “poggiare” durante la realizzazione (qualora perdessi di vista l’obiettivo principale), delle volte accorpata ad un paio di bozzetti fatti a mano libera.

La realizzazione vera e propria avviene su Illustrator, di Adobe; apro Photoshop soltanto per scontornare e ottimizzare la qualità (in termini cromatici e di risoluzione) delle immagini che intendo impiegare.

Mediamente quanto tempo è necessario per la realizzazione di un “prodotto finito”? Quanto tempo hai impiegato nel caso specifico?

Fare una stima del tempo necessario per la realizzazione di un “prodotto finito” non è facile, ci sono diversi fattori da considerare che variano di situazione in situazione, dipende da parecchie cose e delle volte non riguardano nemmeno la realizzazione vera e propria. Comunque in generale c’è sempre un deadline da rispettare e se sei sfortunato la tua è domani. In quei casi gli unici modi di sfuggire al tempo sono il metodo, la creatività ed ovviamente la velocità.

cronometro

Nel mio caso specifico ho impiegato circa 6 ore totali di lavorazione, divise in 3 notti. Inizialmente persi almeno 2 ore buone lavorando su un paio di idee davvero forti, advertising di buon livello, ma i mezzi ed il tempo che avevo a disposizione le rendevano irrealizzabili, a quel punto poggiai i piedi per terra e scelsi l’idea più semplice.

La tua Infografica mi piace davvero tantissimo, puoi dirci qualcosa in più sulla scelta dei font, dei colori, dei vari elementi grafici e della dimensione dell’immagine?

Per rendere più piacevole la lettura dei testi mi sono affidato al font Pluto, un font san serif di recente creazione, con buona leggibilità e una “ricca famiglia”; invece per quanto riguarda il titolo ho scelto di utilizzare il Lobster, un font script piacevole per la sua goffa eleganza e uno spudorato aspetto social.

La scelta dei colori invece si rifà banalmente al logo di sony alpha e alle gradazioni cromatiche del cielo.

Per quanto riguarda la creazione dei vari elementi grafici quali character piuttosto che icone, utilizzo una tavoletta grafica e se raramente mi trovo in difficoltà mi aiuto con qualche campione fotografico/vettoriale scovato su internet, smontato e personalizzato completamente.

Nel caso di quest’infografica ho dovuto svolgere un gran lavoro di ricerca, perché non avevo a disposizione nessun tipo di contenuto “ufficiale” dell’identity della Sony, niente di niente, né visivo né testuale. Quindi ho ricreato da zero parecchi elementi grafici, come ad esempio alcune componenti della macchina digitale ed i loro rispettivi marchi. E’ stato divertente, ecco il risultato:

Infografica Alessandro Ribaldo

Ultima domanda, hai in cantiere altre infografiche? Dove possiamo vedere gli altri tuoi lavori?

Sto lavorando ad un’infografica che parla d’infografica. No scherzo, in realtà questa era la mia prima infografica in assoluto, ma farne altre non mi dispiacerebbe affatto. Potete dare un’occhiata al portfolio sul mio sito web, su behance ed infine seguirmi su facebook.

Che ve ne pare dell’intervista? Avreste voluto chiedere qualcos’altro ad Alessandro? Fatelo pure nei commenti del blog!

Autore: Pasquale Gangemi

Nato a Reggio Calabria, 28 anni, SEO specialist presso Pro Web Consulting e web marketing expert. Dopo Laurea in "Economia Aziendale" ed il Master in "Content Management ed Editoria 2.0" realizzo questo blog su uno strumento di comunicazione che mi ha appassionato tantissimo: l'infografica.

0 Comments

Trackbacks/Pingbacks

  1. Infografica Macchine Digitali Sony di Alessandro Ribaldo (Intervista) | SEO SPecialist - [...] on infografiche.com Share this:TwitterFacebookLike this:Mi piaceBe the first to like [...]
Add Comment Register



Post a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>