Come i colori incidono sui tassi di conversione [infografica]

Le più recenti ricerche sul marketing e sulle modalità di acquisto dei consumatori, stanno mettendo in luce come l’utilizzo dei colori e le loro combinazioni, possano o meno “spingere” ad un acquisto.

Il tasso di conversione, cioè i contatti che in seguito si traducono in un ordine o comunque in una richiesta più approfondita per un prodotto o un servizio, dipende fortemente dai colori utilizzati, sia nelle campagne pubblicitarie online, sia negli annunci tradizionali.

Circa l’85% di chi procede ad un acquisto di un bene o di un servizio afferma di aver deciso di comprare, proprio perché “spinto” e “convinto” da un determinato colore. Questo può quindi divenire un punto di forza fondamentale per tutti gli esperti di marketing e di pubblicità. Gli studi di psicologia confermano poi l’importanza che il colore ha sulla mente umana, affermando che circa il 90% delle decisioni di acquisto sono influenzate da fattori visivi, tra i quali rivestono ovviamente grande importanza i colori.

Nell’infografica che seguirà troveremo qualche dato interessante sull’argomento.

Infografica Colori

Agendo sui colori si può quindi convincere una persona a fare un acquisto. Basti pensare che il 66% di chi ha acquistato un elettrodomestico, dichiara di aver rinunciato a scegliere un dato prodotto, anche molto utile e tecnologicamente avanzato, perché non era disponibile nel suo colore preferito.

Un altro dato che aiuta a comprendere come il colore sia importante per la mente dell’uomo è rappresentato dal fatto che una pubblicità o un annuncio realizzato a colori (sul web o anche sulle riviste cartacee) è riconosciuto in media il 26% più frequentemente di uno in bianco e nero. Nello stesso modo, un marchio viene ricordato ben l’80% in più se presenta una qualche colorazione.

Generalmente una persona decide inconsciamente se e cosa acquistare nei primi novanta secondi in cui osserva una immagine. Considerando che il 90% di questo tempo è utilizzato dalla mente per analizzare i colori, è evidente come questi influenzino in maniera molto forte la decisione finale. Di qualunque acquirente.

Saper agire sui colori è quindi basilare per chiunque voglia proporre al pubblico un dato oggetto o un servizio. Bisogna però tenere in considerazione le cosiddette “differenze di genere” (cioè tra uomini e donne) ed i significati che tradizionalmente sono associati ai vari colori.

Gli uomini amano in misura maggiore i colori blu, verde e nero, mentre le donne sostituiscono al nero il colore viola. Anche tra i colori meno amati ci sono delle differenze tra i due sessi. Agli uomini non piacciono il marrone, l’arancione ed il viola, mentre le donne odiano l’arancione, il marrone ed il grigio. Perché una pubblicità abbia successo, è quindi fondamentale definire con attenzione il pubblico cui è destinata.

Anche il significato che tradizionalmente ed inconsciamente viene associato ai colori gioca un ruolo molto importante nel successo di un determinato marchio o di una campagna pubblicitaria. Ad esempio il nero viene associato al lusso ed alla ricercatezza, ma in alcune culture anche alla morte. Nello stesso modo l’arancione rappresenta un senso di equità ed il blu in fonde un senso di calma. Il marrone, se utilizzato da solo, può significare noia, il verde è tradizionalmente associato all’ecologia, mentre il grigio può rappresentare tristezza, e così via.

Saper utilizzare nel modo corretto i colori e le loro infinite combinazioni è quindi un’arma molto potente nelle mani degli esperti di marketing e campagne pubblicitarie create con i colori giusti possono portare il tasso di conversione a livelli eccezionali

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *